Inovelo di biciclette elettriche a sindaci Hilltecks

 

Nel salone dei sindaci e degli Enti Locali, Hilltecks ​​rivela decisori locali e ha eletto il suo nuovo Inovelo dotata di un nuovo sensore di forza assistive tecnologia brevettata.

Chiamato sensore di coppia intelligente, questo sensore di forza nuova vuole competere con le tecnologie offerte da Bosch e Panasonic e offrire assistenza oltre che agisce funzione lineare della pressione esercitata dall’utente sullo sforzo pedale più sul pedale è importante, più di coaching si tradurrà e viceversa. Si noti che il sensore brevettato da Hilltecks ​​è simmetrica, cioè, è in grado di agire su entrambi i pedali!

Una gamma di 13 modelli

Della bici pieghevole city bike, Inovelo gamma comprende 13 modelli con identiche caratteristiche elettriche.

Ospitato nella ruota posteriore, il motore elettrico 8 marchio Fun ha una potenza di uscita di 250W e assiste l’utente fino a 25 km / h. Tre livelli di supporto sono disponibili: bassa, media e alta.

Completamente rivisitato, la batteria agli ioni di litio da 36 V / 9 Ah che vanno Inovelo squadra è ora più compatto autonomia anche il 50% in più grazie al sensore di coppia intelligente, meno energia.

Un self-service della stazione

Hilltecks ​​aveva anche una bicicletta in piedi da sottostazione elettrica appositamente studiata per utilizzare self-service come il Vélib parigino.

Sistema con sensore di coppia intelligente, bici elettrica utilizzata per questa applicazione ha un raggio di circa 70 km ed è stato appositamente progettato per questo scopo: batteria incorporata e fissare il telaio, i cavi non apparente …
Fonte Avem
Rennes. Keolis offrirà 220 biciclette elettriche a noleggio

220 biciclette elettriche, biciclette pieghevoli 115 e 115 moto d’epoca saranno disponibili per l’affitto da parte di Keolis, valida dal 1 giugno 2013.

Noleggio con opzione d’acquisto

Affitto per lunghi periodi, 3 mesi con possibilità di proroga di 9 mesi o 1 anno. Poi, alla fine dell ‘anno di locazione, saranno messi in vendita a sconto.

Il servizio, in aggiunta al dispositivo da Vélostar, si “prova, con calma, bicicletta elettrica o in bicicletta pieghevole che può prendere l’autobus o la metropolitana, prima di investire”, spiega Guy Jouhier, Vice Presidente Rennes Métropole responsabile dei trasporti.

€ 150 l’anno

Se i prezzi sono diversi a seconda della moto, ad Keolis per i modelli con assistenza elettrica, una tariffa di 75 € per 3 mesi di affitto e € 150 per un anno. Stelle abbonati ricevono uno sconto del 20%.

Ogni anno, le biciclette 450 parco sarà rinnovato.

Ouest-France
Bici elettriche ricaricate per induzione Haguenau (Alsazia)
La città di Haguenau impegnata nello sviluppo sostenibile promuove la bici di viaggio e biciclette elettriche **, appena messo la prima bicicletta rifugio solare equipaggiato con la carica ad induzione! Una prima in Francia.

Il rifugio si trova al centro della città, rue de la Moder, consente a qualsiasi pilota di parcheggiare e ricaricare la bici elettrica, qualunque sia il modello.

Questo risultato è il frutto di una partnership tra il Comune di Haguenau e Sew-Usocome. L’haguenovienne azienda ha sviluppato una soluzione tecnica innovativa, permettendo la ricarica dei veicoli elettrici (moto o auto) senza contatto, attraverso un processo per induzione. L’innovazione come la città di 36.000 abitanti, è a disposizione di tutti i ciclisti, residenti e visitatori, liberi e aperti.

Questa moto capannone tecnologia solare 100% francese, in grado di ospitare 10 biciclette: 4 biciclette elettriche ricarica classici (uscita), batteria 2 biciclette contactless di ricarica 4 biciclette e “tradizionali”.

Il pilota semplicemente ricaricare le batterie per parcheggiare la sua moto su una piastra di trasferimento incorporato nel terreno. Un campo magnetico è creato attraverso il supporto, permettendo la trasmissione di energia elettrica con lacune di pochi centimetri. Pertanto, con questo sistema, supera i collegamenti e le prese elettriche. Questa energia trasferimento di tecnologie senza contatto è già utilizzato per applicazioni industriali ed è ora disponibile per il ciclismo, ma anche il mondo dell’automobile.

 

Le principali caratteristiche tecniche della soluzione per la VAE:

Confortevole, proprio parco. Il processo di ricarica inizia automaticamente.
Affidabile in tutte le condizioni atmosferiche, con una resa importante con un sistema wireless di ricarica.
Vandalismo insensibile grazie all’integrazione di elementi attivi nel terreno senza cavi visibili e connettori.
Nascosto sotto il rivestimento, l’installazione non altera il paesaggio urbano.
Attuazione Economico non richiederà un lavoro strutturale.

– Pannelli fotovoltaici sul tetto del rifugio – può anche produrre energia che viene venduto a Electricité de Strasbourg. Il distributore fornisce energia elettrica per la carica in parallelo delle batterie.

 

Haguenau è la prima città a ricevere l’alsaziano “Agenda 21” riconoscimento.

Questo premio è stato consegnato nel 2011 dal Ministero della qualità ricompensa Ecologia, il progetto e la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile. Città Haguenau si impegna da molti anni per attuare i principi dello sviluppo sostenibile in azioni concrete e innovative “primo legno riscaldamento collettivo in Alsazia, colza caldaia, gestione ecologica degli spazi verdi in città, lo sviluppo di comunali flotte di veicoli elettrici, edifici pubblici al di fuori standard ambientali BBC, favorendo eco-attività, il sostegno attivo alle associazioni, alle scuole ”

Fonte Enerzine.com

 

Lorient implementa servizio “bici”

 

Sabato 13 ottobre Lorient lancia la sua bicicletta.
Biciclette: questo è ciò che offre, da Sabato, la città di Lorient.

Moto dell’anno Oriant

Moto dell’anno Oriant. Questo è il nome del servizio noleggio biciclette della città di Lorient lancia Sabato prossimo. I funzionari eletti vogliono promuovere questa modalità di viaggio “pratico, economico ed ecologico.” L’associazione Agora Services è responsabile del funzionamento del servizio.

Due modalità di noleggio

Il servizio offre due metodi di location: nel negozio per le esigenze regolari durante tutto l’anno, self-service (due stazioni si trovano in città) per esigenze specifiche.

5 € al giorno

Il parco ha 200 Lorient biciclette. Tre tipi di biciclette sono a disposizione: city bike, assist pieghevoli o elettrico. Tariffa per una giornata: 5 € (10 € per la bici elettrica).

Ouest-France
Biciclette elettriche: un nuovo stile di vita

Perchè scegliere una bici elettrica per spostarsi in città? Questi mezzi di trasporto nuovi di recente adattato al mercato e ci sono sempre più curiosi che vogliono sapere cosa nuova moto.

Biciclette elettriche: sviluppi e vantaggi

In generale, gli ultimi modelli di bicicletta elettrica hanno migliorato sistema di potere coprente usato per pedalare assistenza e migliorare l’autonomia. Questo dà una spinta immediata ogni utente e migliora la velocità della bicicletta. Assistenza per aiutare il ciclista pedalare cavalcare più facile e meno faticoso.

Nuova bicicletta elettrica del motore è molto semplice.

Guidare con una e-bike è semplice come andare in bicicletta tradizionale. La manutenzione è semplice e non applica e sforzi come ad esempio automobili. Con bici elettriche ci si può dimenticare di sprecare il vostro tempo alla ricerca di un parcheggio, e non spendere più soldi stresserez più inutilmente essenza. Biciclette elettriche sono un trasporto molto conveniente perché possono essere più indipendenti e avere una maggiore mobilità in città. Sono perfetti per gli anziani che hanno difficoltà a muoversi e fare le cose contemporaneamente: per raggiungere varie destinazioni in città l’allenamento senza troppi sforzi, trovare nuovi hobby e conoscere gente interessante. Biciclette elettriche possono essere utilizzati in un clima caldo e umido, con la loro durata incredibile e la resistenza all’acqua del sistema elettrico.

Uno dei migliori vantaggi di biciclette elettriche è il suo lato verde.

Non emette gas tossici, non inquina e non sporca. Le nuove biciclette elettriche della batteria si ricarica in meno di 2 ore. Il telaio leggero e motore bici elettrica permette di trasportare la bici ovunque, e se si tratta di un modello pieghevole ancora di più. Si può prendere in vacanza nel bagagliaio della vostra auto, nella stiva di un aereo o in treno! Non si può fare a meno e vi farà scoprire angoli della tua città o nella vostra zona prima di méconnaissiez.
Viaggiare con una bici elettrica vi aiuterà a rimanere in forma e vedrete come la vostra salute migliora e come avere il vostro stato d’animo. Da una parte si respira meglio e in secondo luogo perché non si inquina la tua moto non esaurisce. Molte famiglie godono week-end per l’esercizio e passeggiate in bicicletta, e alcuni sono più di 40 chilometri di distanza! Perché non si esegue nel mondo elettrico e non ti piace la tua escursione in famiglia?

Fonte CPG

 

Marchi di auto cogliere la vena di biciclette elettriche:

 

Molti grandi marchi del settore hanno scelto lo sviluppo di un’assistenza bici elettrica dal 2009. Sono le scommesse su un mercato impulso in particolare con sovvenzioni pubbliche.
E-Bike è il primo nome che Michelin ha scelto di dare la sua prima bici elettrica pieghevole in vendita dal 1 ° ottobre su Internet. Un ritorno a casa, dal 1891, è stato il primo pneumatico Michelin ha progettato per le biciclette. Lo specialista del pneumatico è entrato nella società Impex Isère per lo sviluppo del veicolo per tre anni. Venduto € 1.390, ha un tubo a sezione quadra e accidentato che “annulla gli effetti di una puntura” ed è posizionato su un segmento medio di prodotti a prezzi compresi tra 800 e 3000 euro.

E ‘venduto 30.000 biciclette elettriche (VAE) in Francia nel 2011, per un totale di 3,2 milioni di cicli passati e la prima metà del 2012, la categoria “mobilità urbana” bicicletta che comprende la VAE, aumento 3,5% secondo un recente rapporto del Consiglio Nazionale delle Professioni Cycle. Entrate il 60% l’anno e nel maggio 2011, il presidente della CNPC ha assicurato che questo era “il prodotto del mercato moto in più rapida crescita” dal 2008. “L’offerta è molto varia e la domanda di biciclette elettriche è forte”, conferma Frédéric Dumas, direttore dello specialista Parigi marca Freemoos questo tipo di due ruote. Senza dubbio, il mercato bici elettrica è in piena espansione e molte marche hanno annusato la vena.

Oltre ai leader del segmento, come Matra, Sparta, Batavus e Gitane, segni di automotive scelgono di sviluppare la loro bicicletta elettrica. Volkswagen, per esempio, ha pubblicato il suo Bike E a partire dal 2010, Smart vende proprio due anni VAE concessione disponibile dal 15 settembre 2012. Peugeot ha lanciato l’H2B Hybrid nel novembre 2009.

25% del prezzo di acquisto pagato dal locale

Diversi fattori favoriscono le vendite di questo tipo di moto. Dal punto di vista tecnico, la bicicletta elettrica è ormai maturo. Le batterie sono più efficienti, dare una certa autonomia fino a 150 chilometri. “La VAE è democratizzato, i modelli sono ora più affidabili rispetto al passato”, conferma Communications Manager Decathlon France, Jean-Jacques Manceau.

L’azione di alcuni enti locali che intendono sostenere i modi di trasporto ecologico contribuisce anche alla essort mercato. Molte comunità urbane come Lione, Nizza, Nantes Rodez o sovvenzionare l’acquisto di una nuova moto elettrica da parte di un individuo, di solito il 25% del prezzo di acquisto. A Parigi, questa offerta si conclude il 2 novembre, Lione è valida fino a gennaio e Tolosa, è entrato in vigore il 20 settembre, per un periodo di tre anni. 6130 tali contributi sono stati concessi tra il novembre 2009 e agosto 2012 nella capitale.

L’aumento dei costi di trasporto tra cui i prezzi del carburante incoraggia anche i residenti delle aree urbane e peri-urbane di utilizzare la bicicletta piuttosto che l’automobile.

Quelli che restano riluttanti ad abbandonare la bicicletta tradizionale, “kit” per elettrificare esistenti delle due ruote! Costo medio € 1800, questo tipo di dispositivo – in particolare commercializzato da BionX – comprende un motore ruota, una batteria, un pannello di controllo e il cablaggio necessario per l’installazione.

Fonte Boursorama

 

Bicicletta elettrica: o il modo di guidare senza stancarsi.

Una bici elettrica (VAE), ma che cosa si tratta esattamente? Ciò che differenzia uno scooter? Quali vantaggi può davvero fare?

Attacco per alcuni, questa moto non è un oggetto per pigri … anche se la presenza di un motore è facile andare più veloce e meno stanco, si dovrebbe sempre andare in minimo. La moto piccolo motore è, come suggerisce il nome, un processo di assistenza pedalata, un catalizzatore.

Con questa moto futuristica, non si tratta di esplosioni di velocità! L’assistenza non consentono in linea di principio ad andare oltre i 25 km / h per rispettare la legge … ma per le moto che hanno la capacità di farti superare la velocità di 40km / h, registrazione e Casco obbligatorio: non giocare con la vostra sicurezza.

Quali sono i vantaggi?

Se siete ambientalisti a cuore, questa moto sarà all’altezza delle vostre aspettative, perché non emettono alcun inquinamento, a differenza di ciclomotori!

La moto funziona con una batteria in grado di fornire 40 km di autonomia. L’uso di APL è l’ideale per cominciare, formazione, lavoro, o per offrire uno sport passeggiata piccoli.

La piccola batteria è in carica spina: risparmio di tempo e di risparmio sono in attesa per voi.

Quali sono gli svantaggi?

Donne menu fragili fisiche, attenzione: la moto è pesante e non ha la mania come suo cugino non elettrici.

Quale prezzo?

Su internet si possono trovare prezzi bassi a partire da 500 euro. Questo è certamente un investimento, ma che si rivelerà molto redditizio, perché alla fine è sufficiente per ricaricare la batteria elettrica ad andare avanti.

Poi si lascia tentare?

Fonte Planetecampus.com

 

Tel Aviv offrirà noleggio auto elettriche

 

L’elettrica Renault Twizy. Foto (DR)
ISRAELE. Comune di Tel Aviv-Yafo è in trattative con casa automobilistica francese Renault SA e il suo distributore israeliano Carass Motors Ltd. per la creazione di un’infrastruttura per le auto elettriche che lavoreranno su urbana stesso modello del progetto di noleggio biciclette Tel Aviv “Tel-O-Fun noleggio.” Come Vélib ‘a Parigi, a breve sarà possibile noleggiare intorno a Tel Aviv, Renault Twizy a due posti. Il progetto prevede inoltre centri di ricarica che saranno realizzati e gestiti dalla Place Inc. israeliana Better., Che sarà in grado di soddisfare le tre batterie del veicolo allo stesso tempo.
Fonte econostrium.info

PAESE MONTBÉLIARD: CULLA E PIONEER AUTOMOTIVE DI ECO-MOBILITÀ

Martial Bourquin, il senatore-sindaco Audincourt e Vice Presidente della Comunità Urbana di Montbéliard, ha riferito sulle sue-many-iniziative, ma anche le credenze sociali e ambientali. Con un viatico: la politica di approvvigionamento che cambiare gli atteggiamenti.

Qual è la specificità di Montbéliard, che è tra gli esempi di comunità urbane investiti in eco-mobilità?

In primo luogo, con la presenza storica di produttori e fornitori della zona, si può dire che Montbéliard è il paese della vettura! Ma al tempo stesso, ci siamo impegnati molto presto in una strategia per costruire un eco-città. Ma la nostra unicità sta nel fatto che abbiamo un vasto spazio che, a differenza di molti altre comunità urbane, non è basata su una grande città centrale. Tali siamo un agglomerato urbano vero e proprio e la questione della mobilità è pertanto cruciale.

Tra le tante iniziative che avete intrapreso, che quelli che si metterebbe in avanti?

Da diversi anni, abbiamo implementato una rete di percorsi 90 km di rete che fa parte di una politica globale per promuovere modi alternativi. Ci sarà ancora più denso stazioni di biciclette elettriche in futuro. Inoltre promuoviamo veicoli verdi, rolling veicoli come FAM F-City esempio. Il 25% della nostra popolazione non avere veicoli, anche prestare particolare attenzione ai mezzi di trasporto. Quello sarà il grande problema nel 2013. Inoltre, cerchiamo di stimolare l’innovazione e abbiamo creato una piattaforma per l’innovazione a livello regionale. Infine, sviluppare l’offerta di servizi diversi: car sharing mappa del servizio intra-agglomerazione per viaggi brevi, multimodale tra cui autobus, biciclette elettriche e VE.

Prosaicamente, come fa questo multimodale?

La mappa consente di utilizzare il servizio è corsi gratuiti e solo pagano. Questa carta dà quindi l’accesso agli autobus, biciclette e veicoli, questi ultimi essendo self-service e dotato di un sistema GPS, un kit di avvio e un dispositivo vivavoce bloccaggio automatico. Questo servizio soddisfa già oltre 1000 persone e si prevede di evolvere, in espansione in altre aree. Sarà quindi anche cambiare in un prossimo futuro di struttura giuridica.

Abbiamo regolarmente sentito che iniziative di questo tipo sono molto costosi, cosa si tratta esattamente?

Il costo del corso non è trascurabile, ma di tenere presente che queste iniziative sono al servizio delle persone e fanno parte di una politica globale e di vivere meglio per l’ambiente. Il primo anno per l’attuazione di questo servizio, il costo era 263 000 euro. Quest’anno, il bilancio operativo è 68 000. Si può ricordare che l’ADEME ci ha sostenuto a 35 000 euro.

Lei ha parlato di un grande progetto sui trasporti, che cos’è?

E ‘per il bus BRT con ad alto livello di servizi. Si tratta di un budget di circa € 100 milioni e le decisioni più importanti sarà ratificato al più presto. Questa rete comprende un tram altamente innovativo ibrido e un rinnovamento della nostra flotta, attraverso una gara d’appalto per gli autobus ibridi. L’obiettivo è quello di densificare il nostro trasporto al fine di evitare la necessità di una seconda auto nelle case della nostra città. Un obiettivo a lungo termine è quello di ridurre in modo significativo le emissioni di CO2, per ridurre l’inquinamento nel centro della città e per evitare gli effetti negativi dell’inquinamento sulla salute pubblica. Questo è un problema sociale. Non abbiamo scelta, dobbiamo prenderci cura l’ambiente del nostro pianeta. Guarda le terribili effetti del riscaldamento globale, alluvioni, tornado, ecc., Per capire che non è una parola vuota.

“Evitare la necessità di una seconda auto nelle case della nostra città” … E ‘ben accolto dalle auto giocatori nella vostra zona?

Io non credo che sia un problema, perché tutti sono consapevoli dell’importanza del rispetto dell’ambiente oggi. E mi metterei volentieri evidenziare il modello tedesco, l’eccellenza paesi automobilistico. Se i tedeschi amano la loro auto è per i lunghi viaggi. Ma per brevi spostamenti, altri metodi sono ampiamente utilizzati, come la bicicletta, per esempio. In sintesi, i termini dei commenti non sono necessariamente in contraddizione.

Rapporto con l’ambiente, per la conurbazione fa parte delle locomotive in Francia. Sentire per tutti genuini nazionali in materia, nel momento in cui i vincoli di bilancio sarà inoltre aumenterà?

Con la crisi, vi è infatti un rischio per l’ambiente è secondario. Ma sarebbe un errore fondamentale! In realtà, stiamo vivendo una crisi strutturale, la prova è che dura. Pertanto, vi è la necessità di pensare nuovi modelli e una nuova economia con la transizione energetica in background. In questi nuovi modelli, l’auto del futuro, cerchiamo di essere chiari. Inoltre, i produttori francesi stanno facendo grandi sforzi in questa direzione, ma devono, a mio avviso, fare di più. Tanto più che i vincitori di domani saranno i produttori che meglio si sono incontrati la sfida ambientale.

Essi accettano il suo collega facilmente questi nuovi servizi e riescono a tenere pienamente proprietà?

A parte i giovani e gli anziani che non vogliono prendere la propria auto in centro e vuole andare anche durante la settimana, è vero che c’è una barriera culturale. Sappiamo che l’inerzia dell’abitudine e la difficoltà a comprendere una nuova visione della società. Tuttavia, quando l’offerta è disponibile, gli atteggiamenti stanno cambiando molto rapidamente! L’utilizzo è predominante. Questa è infatti la politica che propone un cambiamento di atteggiamento!

In questa mutazione, le nuove tecnologie, tra cui l’interfaccia di comunicazione che gli smartphone sono, esse non costituiscono una grande opportunità?

Sono completamente d’accordo in quella direzione. E insisto sul fatto che una politica eco-friendly, non lo fa tornare indietro. Pertanto, il supporto di nuove tecnologie è prezioso e necessario. Tanto più che l’offerta di servizi sarà sempre più personalizzata. Il nostro “à la carte” è chiaramente in questa direzione.

A livello di veicolo, tenendo conto della realtà di bilancio, la vostra preferenza è piuttosto ibridi o EV?

Attualmente, l’ibrido offre un certo anticipo. Il VE è idealmente zero emissioni, zero rumore, ma è ancora costosa. Tuttavia, i prodotti stanno cambiando molto rapidamente e le cose possono cambiare rapidamente. E ripeto che il ruolo dei costruttori è fondamentale in questo campo. Il loro compito è di stimolare l’offerta, sapendo che questo è ciò che muove le linee. Inoltre, il raffinato famoso attraverso l’ambiente. Questo vale per l’automobile come per il trasporto, con bus ad alto livello dei servizi che sono il miglior esempio.

Impossibile essere esaustivo su questi grandi temi … Quindi, quale sarebbe la tua ultima parola?

Senza saperlo, questa crisi molto difficile, stiamo cambiando la società. Quando abbiamo capito questo, due alternative: o si sottopongono a questo cambiamento ed è uno che partecipa attivamente. Se cerchiamo il meglio di noi stessi, sono convinto che possiamo vivere una crisi nella parte superiore, gettando le basi di una società sostenibile. Questo è ciò che dobbiamo alle generazioni più giovani.

Articolo scritto per il veicolo elettrico Newsletter – Collaborazione Avere-Francia – Journal of Automobile

 

Rouen dopo l’incendio: la piccola regina potenziato

Pubblicato Mercoledì, 21 Novembre 2012 alle 7:39

BRIDGE. Con la chiusura di Mathilde, ognuno ha i suoi trucchi. Biciclette e scooter, tra cui elettrica, sono popolari.
In Rouen, questa moto è che nel corso degli auto … (foto Boris Maslard)

Dal mese di ottobre 29 e il ponte di chiusura Mathilde, ogni implementa i suoi percorsi alternativi, inventa i suoi trucchi per trascorrere il minor tempo possibile nel traffico. Contattato pochi giorni dopo il terribile incendio, affittuari e venditori di biciclette o scooter era chiaramente non è stata la prima reazione degli automobilisti (Paris-Normandie 1 novembre).
Nei giorni scorsi, nel Eco2roues, la macchina è accesa. “Tutti parlano della chiusura del ponte, questo è un must”, dice Sylviane Mahieux azienda cogérante trova a 12 avenue de Bretagne. “Ci sentiamo una domanda reale, soprattutto sulle vendite di biciclette elettriche. “A questo proposito, le vendite registrato un aumento di circa il 30%.

Sedi giù

Tuttavia, la chiusura ponte avuto alcun effetto sul noleggio biciclette. “Crediamo che le vendite sono legati alla concessione da parte del Crea un bonus di € 300 per l’acquisto di una nuova moto elettrica. “A Scootlib Avenue de Caen, noleggio scooter non hanno ancora sperimentato la frenesia previsto. Niente di più falso. “Il tempo non ci favorisce, e ‘inverno. Nel mese di marzo, il problema sarebbe stato diverso “, ha detto il direttore, Logan Thafournel. Tuttavia convinto che l’affitto scooter è una delle soluzioni per la congestione del traffico, il manager ha detto di “rivisitare le tariffe verso il basso per soddisfare al meglio le esigenze dei clienti.”
Crea offre sempre le sue biciclette elettriche a noleggio. In una settimana, 30 sono stati affittati, e venti biciclette pieghevoli. “C’è ancora alcune biciclette da affittare”, dice Crea che ha appena piazzato un ordine per le biciclette “, per soddisfare la domanda crescente.” Premium per incentivare l’acquisto di biciclette elettriche è ancora valido. Due condizioni hanno assunto almeno almeno un una bici elettrica a Crea quindi montare una richiesta di file. Il bonus è del 30% della moto, un Massimo di € 300. E per chi vuole acquistare una bicicletta pieghevole, che può facilmente associare la macchina a moto, agglomerato offre lo stesso sistema (un Massimo di € 150). Crea ha già assegnato 106 borse di studio per biciclette elettriche e biciclette pieghevoli per dieci.

Fonte parisnormandie.fr

 

Iniziativa. La vostra azienda sarà in grado di pagare per il ciclismo

 

Bicicletta in città non è così facile … Foto Archivio South West Lawrence Theillet

La buona notizia della settimana (! Perché c’era uno) Probabilmente perdere: il Senato ha approvato questo Lunedi 12 novembre in prima lettura un emendamento che crea, infine, sistemi di risarcimento diversi per i dipendenti che guidano a in bicicletta attraverso il voto del disegno di legge finanziaria della previdenza sociale (PLFSS).

In bici in città, non è così facile …

In città, la moto è buono per la vostra salute e per il pianeta. Perché il ciclismo è anche in movimento, salvare l’olio, la lotta contro il riscaldamento globale riducendo le emissioni di CO2, dei flussi di traffico automobilistico, autobus e tram congestione a picco … Certo. Ma anche rompere le abitudini, il vantaggio fatica in transito o in auto, il freddo, neve, pioggia o il caldo, i capelli automobilisti male, i camion, autobus e tram a volte pericolosi, i pedoni distratti, due ruote amici a volte inconsci, e in alcuni casi, strade piene di buche e. Per non parlare di piste ciclabili mal posizionata, dove il rischio di farlo volare in qualsiasi momento se un automobilista con noncuranza aprire la porta. Se anche la completa assenza di qualsiasi traccia o pista ciclabile.

L’emendamento del Senato che premia

Bicicletta in città per andare al lavoro, non è così semplice. E, soprattutto, se non la soddisfazione personale che ne deriva segnando il suo impegno per il pianeta e scopre il piacere si esercita, non è davvero premiato lo sforzo è pedalare. .. Ma questo era prima. Prima che il Parlamento prende la questione sul serio appoggiato al caso di coloro che fanno i dipendenti bici ecologia nella vita di tutti i giorni e ancora in difficoltà a volte diversi, ma anche che gli automobilisti bloccati nel traffico.

I datori di lavoro sosterrà le spese del ciclismo dipendenti

L’emendamento consente ai datori di sopportare le spese sostenute dai dipendenti che viaggiano in bicicletta tra la loro residenza e luogo di lavoro, sotto forma di moto chilometraggio. Si prende una delle raccomandazioni del ciclismo nazionale presentato alle riunioni nazionali del 1 ° ciclo 26 gennaio 2012: la creazione di una indennità chilometrica, può essere pagata dal datore di lavoro per incoraggiare i dipendenti a viaggiare in bicicletta, sul modello di che esiste in Belgio dal 1999 dove si svolge a 20 centesimi per chilometro. Tale compensazione è naturalmente facoltativa.

Non penalizzare le imprese

Per incoraggiare le imprese ad attuare tale indennità chilometrica bicicletta, l’emendamento dà loro una riduzione dei contributi sociali nel limite di un importo da determinarsi con decreto. Esso può essere combinato con la restituzione di trasporto abbonamento.

CICLISMO trattato come l’auto